mutuo

Miglior Mutuo 2017: i 5 consigli da seguire per evitare di pagare interessi troppo alti

Cercare di ottenere un risparmio considerevole e trovare il miglior mutuo per le proprie esigenze è l’obiettivo di molte persone in questo periodo. Tutto ciò viene causato principalmente dalla crisi economica e dalla mancanza di lavoro retribuito in maniera idonea.

Anche i soggetti che richiedono o hanno in mente di usufruire di un mutuo hanno il medesimo desiderio, specie se si pensa al fatto che tra le spese di istruttoria, tassi d’interesse, spread e altri parametri di questo tipo, il compenso da pagare alle banche risulta essere abbastanza alto.

Per poter agevolare questo risparmio di seguito verranno dati 5 consigli per evitare di pagare tassi d’interesse troppo alti durante la richiesta di un mutuo.

Miglior Mutuo 2017: come evitare di pagare interessi eccessivi?

1) Optare per la surroga mutuo

Generalmente, se si tratta di dipendenti pubblici o pensionati che una volta erano impiegati in questo settore, viene consigliata la surroga del mutuo verso l’Inpdap o l’Inps. Mediante questo procedimento, il richiedente, non fa altro che trasferire il proprio mutuo dall’istituto di credito di partenza verso un’altra banca o ente erogatore (in questo caso l’Inps). Per poter portare a buon fine questa procedura è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • l’immobile ipotecato deve essere sul suolo italiano;
  • l’importo richiesto deve rientrare all’interno dei parametri stabiliti dal regolamento;
  • il richiedente o i familiari non devono essere proprietari di nessun’altra casa;
  • il mutuo deve essere usato per l’acquisto della prima casa.

L’effettuazione della surroga mutuo è un procedimento molto vantaggioso perché molto spesso l’Inps, a dispetto di altre banche o enti erogatori di mutui, concede ai propri iscritti tassi d’interesse molto vantaggiosi. La surroga non ha nessun costo grazie alla legge Bersani.

2) Informarsi

Cercare informazioni è sicuramente a via ideale per individuare il miglior mutuo disponibile ed evitare di pagare una rata meno costosa e di conseguenza meno tassi d’interesse. Un valido aiuto è sicuramente fornito dal web, grazie a siti e blog di settore.

Inoltre, effettuando una ricerca approfondita per la selezione del mutuo adatto alle esigenze del cliente è possibile anche che si trovi un’offerta online messa a disposizione da alcune banche.

È risaputo che nella maggior parte dei casi, le condizioni contrattuali riservate ai clienti che si servono dei canali digitali sono decisamente più vantaggiose rispetto a chi si rivolge direttamente alla banca selezionata. Per questo motivo sarebbe opportuno dedicare maggior tempo alla selezione di un mutuo richiedendo preventivi, con il preciso scopo di trovare condizioni contrattuali più vantaggiose ed evitare di pagare interessi e rate eccessive.

3) Rinegoziazione del mutuo

Un altro consiglio molto importante per evitare di pagare interessi molto alti e scegliere il miglio mutuo è praticare la rinegoziazione. Per mettere in atto questa procedura è opportuno che il richiedente capisca se è possibile ottenere un tasso d’interesse più vantaggioso, magari effettuando la surroga mutuo.

Una volta ottenute le informazioni desiderate è possibile recarsi presso la propria banca per richiedere la modifica di alcune condizioni del contratto riguardante l’erogazione del mutuo stesso.

Tale procedura può essere effettuata in qualsiasi momento senza nessun problema grazie alla legge Bersani, che permette alla banca e al cliente di mettersi d’accordo sull’eventuale modifica di alcuni parametri come i tassi d’interesse. Naturalmente vi è da precisa che l’istituto di credito non è obbligato a praticare nessun cambio o modifica delle condizioni contrattuali.

 4) Rivolgersi ai consulenti finanziari

Per poter risparmiare sugli tassi d’interesse, evitando di pagare grosse somme di denaro, è possibile rivolgersi a persone esperte in materia finanziaria. Non è mai opportuno negarsi una consulenza di questo tipo, dal momento che un professionista può fornire dati e consigli che alle volte non possono essere trovati sul web.

Nel caso in cui il richiedente faccia domanda per un mutuo Inpdap, può rivolgersi a uno sportello dell’Inps così da essere aggiornato sui tassi d’interesse applicati dall’ente in questione. In alternativa è possibile sempre rivolgersi a vari istituti bancari o mettersi in contatto tramite il web.

5) TAEG e Spread

L’ultimo consiglio per evitare di pagare interessi troppo alti sul mutuo è sicuramente una valutazione attenta del TAEG e dello spread. Questi due parametri non fanno altro che indicare il compenso della banca (in percentuale) per erogare il finanziamento.

Il TAEG comprende tutte le spese riguardanti l’istruttoria e le perizie tecniche. Quindi se si vuole evitare il pagamento di interessi eccessivi, optando per il miglior mutuo 2017, è necessario prestare molta attenzione a questi due parametri.

Related posts: