Prestiti veloci

Come evitare di ottenere prestiti online poco vantaggiosi?

Non si contano tutti quei bisogni e necessità per i quali spesso si è costretti a ricorrere al prestito personale. A volte si ha la necessità di ristrutturare casa, di acquistare un’autovettura nuova, fronteggiare spese per cure mediche, acquistare elettrodomestici oppure trascorrere una vacanza rilassante.

Per queste e altre numerose esigenze, sempre molte più persone ricorrono a prestiti online visto che nell’era di internet le cose diventano ancora più semplici o possono diventarlo quando davanti a sé vi sono una miriade di proposte e siti dedicati all’argomento. Ma è così facile ottenere un prestito? Questo articolo, redatto sotto aiuto degli esperti di www.prestiti-online.com, ce lo spiega.

Prestiti online poco vantaggiosi: come evitarli?

Innanzitutto non tutti possono accedere a un prestito personale: persone con alle loro spalle storie di insolvenza o che purtroppo non hanno un reddito dimostrabile, sono certamente penalizzate nella richiesta di un fido.

Inoltre per evitare di ottenere prestiti online poco vantaggiosi è necessario:

  • ponderare l’effettivo bisogno di quei soldi affinché venga valutata la situazione in base all’esigenza stessa;
  • ottenere diversi preventivi per essere sicuri che la propria necessità possa trovare la giusta soluzione;
  • capire come meglio organizzare il piano di rimborso senza troppo pesare sul budget mensile. E’ chiaro che dilazionando le rate su più anni, si può riuscire a rimborsare il debito senza troppa fatica anche perché l’importo della rata non può superare più del 30% del reddito percepito.

Oltre ai pochi e semplici passaggi fondamentali per non incorrere in prestiti online poco vantaggiosi, ci sono altrettanti punti da prendere in esame.

Evitare prestiti online poco convenienti conoscendo i tassi d’interesse

Da quanto appena detto sopra, si può capire che, prima di stipulare un finanziamento bisogna analizzare e conoscere alcuni dettagli che invece fanno la differenza, quali:

  • TAEG, l’indicatore sintetico del costo del finanziamento. È il suo valore complessivo che acquisisce una certa importanza quando si valuta la richiesta di un prestito online;
  • TAN, il tasso di interesse annuo nominale, ossia il tasso puro applicato al capitale finanziato e che non corrisponde certamente al tasso realmente applicato.

Tuttavia, per evitare di ottenere prestiti online poco vantaggiosi, bisogna prendere in considerazione non solo quanto appena citato, ma anche una serie di condizioni connesse che possono riguardare diversi aspetti e clausole legate al contratto stesso.

4 consigli per scegliere prestiti online vantaggiosi

Sia che ci si rivolga a una società finanziaria sia che invece si opti per i prestiti online, ci sono 4 consigli chiave che aiutano non solo nella scelta del finanziamento più vantaggioso, ma anche per evitare truffe online. Vediamoli insieme:

  • verificare che le banche siano iscritte nell’apposito registro che le rappresenta e che seguano una certa serietà di comportamento: non possono ad esempio, in alcun modo obbligare il cliente a stipulare una polizza assicurativa per tutelarsi nel caso in cui il credito rimanga insoluto. Chiaramente gli istituti di credito devono in qualche modo salvaguardarsi dalle eventuali insolvenze dei debitori e perciò sempre più spesso è necessario sottoscrivere un’assicurazione;
  • controllare che le commissioni per attività di mediazione e consulenza siano precisate dall’eventuale agenzia in attività finanziaria e messe per iscritto sul contratto prima che esso si concluda. Si suggerisce di non pagare mai in anticipo un compenso prima che sia stato erogato il finanziamento, perché in tal caso il comportamento da parte del mediatore è considerato un illecito e quindi una truffa perciò segnalabile alla Banca d’Italia e all’antitrust;
  • farsi consegnare o spedire una copia del contratto sulla quale dovranno essere riportate tutte le condizioni economiche e contrattuali che il cliente ha diritto a conoscere e leggere prima della firma definitiva;
  • scegliere con cura il soggetto erogante.

Related posts: