cibi da evitare per ipotiroidismo

Ipotiroidismo: quali sono i cibi da evitare assolutamente

L’ipertiroidismo è una condizione che consiste nel rallentamento generale di tutte le funzioni metaboliche, per insufficiente azione degli ormoni tiroidei nei tessuti. In questo caso l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel corretto funzionamento della tiroide. In questo articolo di occuperemo di spiegarvi quali sono i cibi da evitare per l’ipotiroidismo e vi daremo anche alcuni consigli si cosa sarebbe ideale mangiare.

Quali cibi è bene evitare: ecco la lista

Esaminiamo subito l’elenco dei principali alimenti da eliminare o ridurre drasticamente con la presenza di ipotiroidismo per stare meglio e sentirsi più in forma:

  • Cibi gozzi geni o goitrogeni: tutti quei prodotti che contengono antinutrienti e che inibiscono le funzionalità della tiroide interferendo con il metabolismo dello iodio. I cibi in questione sono vegetali, come: broccoli, rucola, verza, crescione, cavoletti di Bruxelles, rape e ravanelli. Tutti ortaggi facenti parte della famiglia di crucifere o brassicacee. A lungo andare, la loro assunzione, può portare alla formazione del gozzo, ovvero l’aumento di volume della ghiandola;
  • Acqua del rubinetto: il cloro in essa contenuta interferisce negativamente con la sintesi degli ormoni tiroidei. È preferibile optare per u depuratore o acqua in bottiglia;
  • Glutine: molti sono i soggetti che accusano problemi alla tiroide e che risultano essere molto sensibili anche al glutine. Questa sostanza è presente nei cereali (grano e frumento specialmente). I cereali che non ne contengono affatto sono: riso, mais, quinoa, grano saraceno ed amaranto;
  • Latte e derivati: come i cibi e le bevande sopra indicate sarebbero da evitare per chi soffre di ipotiroidismo, anche il latte ed i suoi derivati risultano essere particolarmente problematici per chi ha disfunzioni alla tiroide. Meglio optare per il latte di capra;
  • Zucchero e prodotti che lo contengono: Questo ingrediente altera gravemente l’equilibrio ormonale, indispensabile per il corretto funzionamento della tiroide. Sarebbe meglio optare per dolcificanti naturali come stelvia, xilitolo, zucchero di cocco o eritritolo;
  • Prodotti realizzati con farine raffinate: Tutti gli alimenti prodotti con carboidrati raffinati, come ad esempio la farina di grano e frumento, hanno un impatto negativo nei livelli ormonali. Considerato che la tiroide è la ghiandola basilare dell’equilibrio ormonale e del metabolismo è opportuno evitare cibi contenenti questi prodotti che potrebbero contribuire all’insorgere di disfunzioni ormonali, aumenti di peso e depressione;
  • Caffè: Si tratta di una bevanda che interferisce sul sistema nervoso e l’assorbimento dei nutrienti indispensabili al corretto funzionamento della tiroide.

Tutte le indicazioni sopra riportate sono generalmente validi al di la della presenza o meno di una patologia specifica, che si tratti o meno di ipotiroidismo, nello specifico.

Related posts: