Come-evitare-il-colpo-di-calore

Come evitare il colpo di calore

Quando arriva il caldo, è necessario fare molta attenzione alla propria salute. Soprattutto gli anziani ed i bambini, come anche le persone malate, dovrebbero fare attenzione perché c’è il rischio di prendere un colpo di calore.
Il colpo di calore consiste nel rialzo veloce ed improvviso della temperatura del corpo, a causa dell’eccessiva esposizione ai raggi del sole ed alla perdita di acqua e di sali, ovvero disidratazione.
Il colpo di calore può essere molto pericoloso, soprattutto per un corpo debilitato come quello di un anziano o di un bambino. Non bisogna quindi mai sottovalutare questo tipo di rischio, e di conseguenza bisogna fare attenzione che le persone più fragili siano sempre protette dal rischio di un colpo di calore quando le temperature si alzano.
Il colpo di calore può avere delle conseguenze gravi. A correre maggiori rischi, i bambini piccoli e gli anziani che hanno più di 65 anni. Possono insorgere complicazioni a livello del cuore, organi interni come reni e cervello, o anche i muscoli. Nei casi più gravi, si può anche morire a causa della riduzione repentina della pressione arteriosa.
Come si manifesta il colpo di calore? Si percepisce un malessere generale, il soggetto potrebbe sentirsi agitato: la temperatura del corpo è elevata ed anche la pelle scotta al tatto. In casi come questi, è opportuno allontanare la persona colpita dalla fonte di calore, quindi usare acqua, o anche un ventaglio, per rinfrescarlo. Bisogna farlo distendere con le gambe alzate e quando la temperatura del corpo è scesa, cominciare a reidratarlo, facendogli bere piccoli sorsi di acqua.

I consigli dell’esperto per evitare i colpi di calore sono quindi sempre molto utili.
Innanzitutto bisogna evitare di esporsi al sole nelle ore del giorno nelle quali il calore è più intenso. Dalle 11 alle 16, quindi, sarebbe opportuno non uscire di casa. Se si deve uscire, bisogna proteggersi in modo adeguato dal sole: date anche tempo al corpo di abituarsi al clima caldo prima di uscire, evitando sbalzi troppo violenti.
Bisogna evitare di restare al sole e di parcheggiare l’auto al sole. Non lasciate mai persone o animali nell’auto al sole. Evitate di fare attività fisica nel corso delle ore più calde della giornata.
Bisognerebbe cercare di ventilare l’ambiente in casa. Si può usare anche l’aria condizionata ma non bisogna mai raggiungere temperature più basse di 24 o 25 gradi. Il deumidificatore comunque è un’ottima arma contro il caldo in casa.
Inoltre bisogna vestirsi adeguatamente, indossando abiti leggeri, di cotone, per permettere alla pelle di traspirare.
Infine l’alimentazione deve essere adeguata. Evitare pasti pesanti ed elaborati, favorire invece l’idratazione bevendo molta acqua e mangiando frutta e verdura. Bisogna bere molto anche quando non si ha sete, 2 e anche più litri di acqua al giorno, dipende anche dalle proprie condizioni corporee. Mangiare soprattutto cose fresche e frutta e verdura, anche quando non si ha molta fame. Bisognerebbe assicurarsi che gli anziani mangino e soprattutto bevano a sufficienza.