parare del medico sugli alimenti da non mangiare per la gotta

Gotta: cibi da evitare

Gli otto alimenti che provocano la gotta e che sarebbe meglio evitare di mangiare per sentirsi meglio

La gotta è un’infiammazione che colpisce le articolazioni ed è dovuta al’incapacità dell’organismo di smaltire alcune tipologie di acidi nucleici (purine) e/o per la sovraproduzione di urati che comportano l’insorgere dell’uricemia e conseguentemente della gotta.

Quest’ultima si caratterizza da attacchi di artrite infiammatoria acuta con tanto di dolore, arrossamento e gonfiore delle articolazioni, provocati da un eccessivo deposito dei cristalli di acido urico nei tofi (cioè le giunture ossee).

In questo articolo vi forniremo l’elenco degli otto cibi da evitare per chi soffre di gotta, in quanto potrebbero favorirne la comparsa o peggiorare la situazione.

    • I frutti di mare

Questa categoria di alimenti è da scantonare nei soggetti affetti da gotta perché contengono altissimi livelli di purina. Anche chi non è affetto da questa patologia è bene che prenda le giuste precauzione per non contrarla. I medici, infatti, consigliano di non farne un uso eccessivo, la dieta ideale prevede che non si superi i 5/6 pezzi alla settimana.

    • L’aringa, il tonno e le acciughe

Queste razze di pesci sono assolutamente proibite ai pazienti con la gotta mentre l’anguilla, il granchio, l’aragosta ed i gamberetti possono comparire nei loro menù, seppur in quantità limitate.

    • La birra

Tra le cose da evitare per la gotta non bisogna dimenticare di menzionare anche la birra. Nei soggetti predisposti raddoppia le probabilità di contrarre questa malattia. Ciò avviene per due motivi: apporta grandi quantità di acido urico e impedisce all’organismo di scomporlo. In alternativa, si consiglia di bere un buon bicchiere di vino, senza esagerare.

    • La carne rossa

Quest’ultime contengono enormi quantità di purine, insieme ad altre sostanze che favorisono il sovrappeso ed il colesterolo alto. Si consiglia di consumare carni bianche (pesce e pollo) e solo di tanto in tanto la carne rossa.

    • Il tacchino e l’oca

Sono alimenti che contengono moltissime purine e che quindi sarebbe meglio evitare per guarire dalla gotta. L’alternativa migliore è sempre il pollo o al massimo l’anatra.

    • Le bevande zuccherate

Si devono assolutamente evitare tutte le bibite contenenti fruttosio, sciroppo di mais o succhi confezionati che contengono molti edulcoranti. Questo consiglio vale specialmente per le donne, che hanno maggiori possibilità di contrarre la gotta.

    • Gli asparagi, il cavolfiore, funghi e spinaci

Non è necessario che siano completamente eliminati dalla dieta, è sufficiente che vengano ridotti.

    • Il fegato e le animelle

Questi ultimi appartengono alla categoria di cibi da evitare assolutamente per chi soffre di gotta o nei soggetti a rischio. In generale, le interiora di ovini e bovini, sono sconsigliate nella dieta di chiunque, al di la di questa patologia.