Come-scegliere-i-faretti

Come scegliere i faretti giusti

I faretti sono uno strumento per l’illuminazione sempre più diffuso, anche perché si tratta di prodotti di design che possono migliorare l’estetica della casa.
Esistono moltissime tipologie di faretti, di ogni tipo, materiale, ed ovviamente con diverse fonti di luce.
I faretti sono una delle fonti di illuminazione più versatili, possono essere incassati o meno; nel primo caso, è possibile incassarli nel pavimento, nelle pareti, nel soffitto. L’unico limite è la fantasia, in questo modo è possibile valorizzare la propria casa al meglio. Come orientarsi nella scelta in un panorama così ampio? Ecco quindi una breve guida per conoscere i parametri sulla base dei quali scegliere i faretti per la propria casa.

La sorgente: led o alogene?

Uno dei primi elementi da scegliere è se optare per faretti lampadari a led oppure sulle classiche lampadine alogene.
Le lampadine alogene hanno una durata che va dalle 2mila alle 5mila ore circa. Le migliori alogene per i faretti sono da 12V.
Senza dubbio i led hanno una durata maggiore nel tempo – basti pensare che la loro durata può arrivare a 15-17 anni a fronte dei due anni medi di durata delle lampadine alogene – e che il risparmio energetico usando i led arriva fino all’80-90% sulla bolletta.
Il massimo dell’efficienza luminosa e della sostenibilità ambientale si ha quindi optando per i faretti led, inoltre le lampadine led non si surriscaldano e questo permette alla struttura dei faretti di preservarsi più a lungo nel tempo.
Non stupisce quindi che ad oggi la maggior parte dei faretti, da incasso o meno, siano a led.

Materiali dei faretti

Un altro punto rilevante per la scelta dei migliori faretti è il materiale del quale sono composti. I faretti devono essere temprati per sopportare la vicinanza del calore (soprattutto se si opta per faretti alogeni). In genere i materiali sono di gesso, di acciaio, o metallo, comunque strutture in grado di resistere al calore che viene generato dal contatto delle lampadine. Il corpo del faretto deve essere necessariamente in materiale termo resistente, come alluminio anodizzato o in alternativa acciaio inox.
Riguardo ai materiali, bisognerebbe fare molta attenzione anche al luogo della casa dove si posizionano i faretti. Per esempio in bagno è bene dotarli di una protezione contro l’acqua ed il vapore, e contro l’umidità.
I faretti mobili permettono di regolare il fascio della luce e di indirizzarlo in una certa posizione o in un’altra.
Alcuni tipi di faretti sono detti “luce d’accento” e sottolineano una certa zona della casa, permettendo di mettere in risalto e valorizzare un oggetto o una parete, ed hanno così anche una spiccata valenza estetica.

Tipologie di faretto

Esistono diverse tipologie di faretti, come quelli ad incasso, che possono essere incastonati nelle pareti, nelle mensole, a terra o nel soffitto, ma anche tipologie come faretti multipli e singoli che permettono di personalizzare al massimo l’illuminazione nella casa. Queste particolarità permettono di raggiungere un grado di versatilità molto alto, e di conseguenza i faretti sono ad oggi una delle modalità di illuminazione più amate.